Biscotti alla tapioca, pepe bianco e scaglie di cioccolato bianco

Quest’anno mi sono voluta riservare dallo studio due/tre giorni a inizio mese per partecipare al Festival Vegetariano di Gorizia.
Come sempre non mi sono limitata a guardare, ma mi sono voluta mettere in gioco partecipando attivamente al festival come volontaria.

20130915-160946.jpgHo aiutato prevalentemente in cucina, c’erano dei piatti davvero squisiti (avrò messo su almeno un kg tra spezzatino alla soia e torta vegan!) e ho scoperto tante cose che non sapevo come l’esistenza della mozzarella e dello stracchino di riso! Inutile dire che mangiando una pizza alla mozzarella di riso non notereste la differenza.
E cosí sono trascorsi tre bellissimi giorni, faticosi, ma stupendi.
Ho conosciuto tanta gente nuova, simpatica, sempre sorridente e disponibile ad aiutare. Mi sono potuta approcciare alla vera cucina naturale che tanto ricerco quando preparo i miei piatti. Mi sono potuta sbizzarrire tra le bancarelle del festival, assaggiando i prodotti degli espositori, tra cui gli immancabili Spaziomusa con il loro Tè Matcha dalle innumerevoli proprietá (che non ho potuto fare a meno di compare!).
Tra tutte le conferenze e gli eventi proposti nei tre giorni di festival, sicuramente, quello che più ho apprezzato, è stato il ritorno del Sidecar Smilla, progetto finanziato dalla Biolab che ha visto come protagonisti un cane meticcio nero con il suo padrone e un sidecar che li ha condotti in un viaggio per tutta l’Italia volto alla sensibilizzazione del tema sull’abbandono degli animali durante la stagione estiva. Vedere Smilla, il cane, sul sidecar è stato davvero troppo simpatico, come anche ascoltare il loro racconto di cui, a breve, uscirà un libro.
Ripensando a quei giorni pieni di “natura” ho voluto preprare qualcosa che potesse rappresentarli.
Friabili, dolci ma con un pizzico di brio piccante, i Biscotti alla Tapioca con Pepe Bianco e Scaglie di Cioccolato Bianco.

IMG_7690
Ingredienti (per 35 biscotti):
– 100 gr di farina di tapioca
– 150 gr di farina di kamut
– 2 uova
– 100 gr di zucchero di canna semiraffinato Picaflor
– 30 gr di cioccolato bianco Mascao
– 1 cucchiaino di pepe bianco Altromercato da macinare
– 1/2 cucchiaino di lievito
– 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia bio
– 60 gr di olio extravergine d’oliva bio Terre Rosse Hispellium
– una presa di sale

Emulsionare i tuorli con l’olio fino a ottenere una crema liscia e densa (fondamentale per ottenre biscotti friabilissimi). In una ciotola sbattere gli albumi con lo zucchero, aggiungere il pepe bianco macinato, la vaniglia e il cioccolato tritato finemente.
A poco a poco amalgamare la farina di tapioca, quindi unire la crema di tuorli-olio e il lievito.
Procedere aggiungendo la farina di kamut e da ultimo il sale.
Impastare fino a che non avremo ottenuto una palla liscia e omogene, quindi porre a riposare in frigorifero per circa 40 minuti.
Trascorso questo tempo, stendere l’impasto alto 1/2 cm e tagliare i biscotti.
Infornare a 200°C per circa 15 minuti.

IMG_7719
Friabilissimi con quella nota piccantina che rimane sulle labbra, non potrete resistergli!

Il Cioccolato Bianco devo ammettere non essere tra i miei preferiti e, quando qualcuno mi chiede quale sia il cioccolato più “sano”, non posso che dire che più cacao la tavoletta contiene migliore è il cioccolato, in modo da poterne assimilare a pieno le buone qualitá limitando i danni.
Ora, parlando di cioccolato dobbiamo ricordare che ogni tavoletta contiene due componenti: cacao in percentuale variabile (più cacao è presente e più la tavoletta è amara, basti pensare al cioccolato 99% che per alcuni è quasi immangiabile) e burro di cacao (più burro c’è e più la tavoletta sarà gustos, soprattutto per palati come quelli dei bambini che preferiscono, appunto, il cioccolato al latte o bianco).
In realtà, il cioccolato bianco non potrebbe nemmeno essere chiamato cioccolato, è uno pseudo-cioccolato dal momento che all’interno non c’è la minima traccia di cacao, il suo principale costituente è infatti un grasso estratto dai semi di cacao, il burro di cacao.
Mentre il cacao in polvere e il cioccolato fondente, grazie all’elevata quantità di molecole polifenoliche, sono considerati alimenti utili per l’organismo, il cioccolato bianco non vanta alcun pregio antiossidante. Tuttavia, dal canto suo, il cioccolato bianco non contiene molecole nervine stimolanti (come la teobromina), invece presenti nel cacao e nel cioccolato nero. Per questo, proprio come quello al latte, è più adatto all’alimentazione dei bambini e delle persone sensibili alla caffeina.
Fortunatamente, mentre per alcuni tipi di cioccolato nero è concessa l’aggiunta di grassi idrogenati, nel cioccolato bianco questi non sono ammessi. Ciò non toglie che la maggior parte dei lipidi in esso contenuti siano di tipo saturo, pertanto non idonei all’alimentazione per l’ipercolesterolemia.
Il cioccolato bianco, contenendo latte in polvere, è sconsigliato in caso di intolleranza al lattosio od allergia alle proteine del latte vaccino, d’altro canto, proprio grazie a questo ingrediente, raggiunge notevoli concentrazioni di calcio, vitamina B2 e pro-vitamina A rispetto al cioccolato nero.

IMG_7721
Quindi, se siete di fronte a un irrefrenabile voglia di cioccolato, toglietevi lo sfizio con uno scacchetto di cioccolata, meglio fondente, meglio ancora se con una % di cacao superiore a 70.
Tuttavia non rinunciate al cioccolato bianco, soprattutto quando si tratta di fare un dolce o nell’alimentazione dei bimbi.

IMG_7692
Con questa ricetta partecipo al contest Dolci Biscotti

20130915-215112.jpg
Al contest Spezie ed Erbe Aromatiche

20130915-215305.jpg
E al contest Dolci da Colazione

20130915-215437.jpg

Advertisements

10 responses to “Biscotti alla tapioca, pepe bianco e scaglie di cioccolato bianco

  1. Veramente fantastici! Ho comprato la farina di tapioca e credo che la userò presto 😉 Complimenti e chissà che bella esperienza dev’essere stata! ❤ Un abbraccio!

    • Ely, che bello!! Non sai che soddisfazioni ti dará quella farina, poi con le meraviglie che prepari non c’è proprio storia, sará un gioco da ragazzi per te usare al meglio quella farina 🙂 ti abbraccio!

  2. Pingback: Nuovo contest: Dolci per colazione (dal 12/09/13 al 31/10/13) | Due sorelle in cucina·

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s