Cecìna Solidale alle Noci

Domani sarà l’Immacolata, importante festa per il mondo cristiano e ben voluta anche dai laici che, in questo giorno, addobbano la casa, dentro e fuori, in attesa del Natale. Io adoro l’8 dicembre, fare l’albero di natale, gustare una tisana speziata con dei buoni biscottini alla cannella e poi uscire a passeggiare tra i vari mercatini sparsi per la città. Adoro il Natale e tutto ciò che lo riguarda, mi mette un sacco di gioia.

Fuori da casa mia hanno già riempito di luci colorate la strada e lungo la via sono stati appesi dei bellissimi addobbi a forma di stella. L’altro giorno uscendo di casa li ho visti accendersi per la prima volta e mi sono brillati gli occhi…credo siano gli addobbi più belli di tutta la città e sono proprio nella mia via! Da ieri quella è diventata “via della Gioia” per me…

IMG_5419

Cecìna alle Noci (per 2 persone):
– 100 gr di farina di ceci bio
– 210 gr di acqua
– 8 noci bio
– 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva monocultivar Geracese
pepe nero macinato Altromercato q.b.
– un mazzetto di rosmarino fresco
noce moscata q.b.
– sale fino integrale q.b.

In una ciotola mescolare la farina di ceci con l’acqua tiepida. Aggiungere il rosmarino ben tritato, gli aromi (pepe e noce moscata) e po di sale.
Lasciare riposare per qualche ora, più riposa e meglio viene!
Versare in una pirofila l’olio e versarvi l’impasto della cecìna. Infornare a 170°C per 20/25 minuti.
A 10 minuti dalla fine aggiungere in superficie i gherigli di noce, conficcandoli leggermente all’interno senza affondarli del tutto.
Sfornare appena avrà fatto la crosticina e servire.
E’ consigliato abbinarci una buono piada morbida di farro o una schiacciata integrale e naturalmente delle melanzane alla griglia con taaanto pepe!

IMG_5430

Un piatto così semplice ma così gustoso che salva la vita in caso di mancanza di idee o di cene improvvisate, utilissima anche in caso di un pasto fuori porta perchè nasce proprio come merenda in quel di Livorno!

IMG_5416

In questo piatto la consistenza croccante della crosta dovrebbe essere contrastata dalla cremosità interna…il trucco è trovare la giusta altezza della cecìna per ogni palato (di solito 0,8-1 cm).
Un ingredienti da non sottovalutare in questa ricetta è il Pepe Nero che non funge tanto da spezia o insaporitore ma vero e proprio ingrediente, di cui bisogna abbondare.
La cecìna è infatti un piatto molto pepato ma piace molto anche per questo e la schiacciata di solito compensa bene questo sapore!

IMG_5421

Il Pepe, dal sanscrito pippali, bacca, è stato definito a ragione “re delle spezie” essendo la spezia più consumata e più scambiata al mondo. Questa liana (piper nigrum) non necessita di grandi cure e si sviluppa lunga tutta la linea dell’equatore con un andamento simile alla vigna, per arrampicamento; la raccolta delle bacche, non ancora mature, richiede un’attività molto faticosa, svolta soprattutto dalle donne.
Il pepe nero, bianco e verde nascono come bacche della stessa pianta della famiglia delle piperacee, e corrispondono semplicemente a stadi di maturazione diversi o a lavorazioni particolari.
Pepe bianco – corrisponde ad una fase successiva: le bacche, in vengono messe a bagno in acqua a macerare per separarne l’involucro esterno e lasciarne i semi sferici, chiari e lisci ad essiccare.
Pepe verde – il più aromatico ed erbaceo, è il pepe acerbo, quello raccolto immaturo e fresco, che viene conservato in particolari condizioni frigorifere o in salamoia.
Pepe nero – il più piccante, è la droga aromatica rappresentata dai frutti essiccati, da lunghe infruttescenze a spiga, rossi a maturità e, una volta secchi, neri, come le bacche più conosciute. E’ versatile per tutti i piatti, ma è irriverente e dominante, dunque occhio alle quantità!
Gli usi medici del pepe nero sono davvero molti. Nella medicina ayurvedica si usa per curare i problemi digestivi, i morsi d’insetti, problemi dentistici, l’artrite e le malattie polmonari.

IMG_5437

Vi auguro un buonissimo 8 Dicembre, pieno di addobbi colorati, lucine brillanti, tè speziati e biscottini alla cannella…vi auguro che sia pieno di gioia, un pò come sarà anche il mio!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s