Spaghetti integrali ai semi di lino con Salsiccia e Shiitake

Stanotte mi sono svegliata e fuori c’era il finimondo: pioggia a catinelle, lampi, tuoni, vasi che rotolavano sul balcone e il suono petulante di un allarme, forse proprio lui la causa del mio risveglio.
Stamattina cosí, quando mi sono svegliata, tutto era quieto e pacifico, il tempo era bigio e io volevo stare solo sotto le coperte. Ahimè è tempo di cambio stagione, mettere via le magliette e le canotte estive per far posto ai più ingombranti maglioni, scegliere quali cose sia ora di buttare e quali realmente tenere onde evitare di rendere il mio armadio una mensa per tarme, tirare fuori dall’imballaggio il piumone caldo e, soprattutto, dare una ripulita alla stanza!
Praticamente alle 2 del pomeriggio ero ancora sommersa dai vestiti e dalle lenzuola.
Avevo in frigo due salsicce e non sapevo proprio che farci, oltretutto io non simpatizzo per la carne, figuriamoci per le salsicce, cosí con Vlad affamato alle calcagna ho deciso di fare una gustosa pastasciutta, bella carica cosí da rimpinguare le riserve energetiche per i primi freddi!
Gli spaghetti ricevuti dall’azienda Pasta Toscana capitano proprio a pennello. Dopo le frasi dette da Barilla ho deciso di non far più parte dei suoi clienti sia per quel che riguarda la pasta sia per quel che riguarda tutti gli atri prodotti sotto il suo marchio.
E in effetti solo assaggiando gli spaghetti integrali ai semi di lino di Pasta Toscana mi sono resa conto che la vera pasta non è certo quella Barilla o quella Voiello o blablabla, ma sono i marchi della tradizioni, quelli delle terre vicine a noi a fare i prodotti che contano.
Se avrete modo di assaggiare questa pasta capirete.

IMG_8048

Ingredienti (per 1/2 persone):
– 120 gr di spaghetti integrali ai semi di lino Pasta Toscana
– 50 gr di funghi Shiitake
– 100 gr di salsiccia
– 2 cucchiai d’olio evo Hispellium
– 50 gr di panna da cucina
– 1 cipolla piccola
– 1 cucchiaio di granulare ai funghi Skaj’s
– 1/4 gambo di sedano
– 1 carota piccola
– 1 spicchio d’aglio
– 1 bicchiere di vino bianco
– sale e pepe q.b.

Portare a ebollizione una pentola con abbondante acqua salata e porvi gli spaghetti.
In una padella fare un soffritto con l’olio, il granulare e le verdure a dadini. Sfumare con un bicchiere di vino bianco e lasciare evaporare bene l’alcol.
Salare e pepare a piacere, quindi aggiungere la salsiccia a pezzetti.
Quando la salsiccia avrá assunto un buon colore e sarà ben cotta aggiungere la panna da cucina e cuocere ancora per 3 minuti per far insaporire bene.
Scolare la pasta e saltarla in padella qualche minuto.
Leccarsi i baffi e servire.

IMG_8051 (2)

Devo ammettere che anche se la salsiccia viene sempre scansata dalla mia cucina, in questo caso mi sono concessa un piccolo assaggio dal piatto di Vlad e non nascondo che sono rimasta davvero colpita dai sapori, da come si amalgamassero bene e da come la pasta, nonostante il tempo trascorso a far le foto (e tutte le altre cose da foodblogger…) non sia andata fuori cottura e abbia mantenuto una consistenza perfetta!

IMG_8042 (2)

Il gusto poi, davvero buonissima, quello che si dice quando una pasta contribuisce con i suoi sapori e odori al piatto come protagonista e non solo di sottofondo.

IMG_8030

I Funghi Shiitake utilizzati in questo piatto sono dei gustosissimi funghi medicinali.
Il nome “shiitake” deriva dalla congiunzione della parola giapponese “shii”, che indica la quercia (uno degli alberi su cui questo micete cresce preferenzialmente), con il termine “take”, che significa fungo.
Lo shiitake è diffuso soprattutto in Giappone e in Cina, regioni nelle quali gioca una parte tutt’altro che secondaria nell’alimentazione quotidiana. E non a torto: numerosi studi scientifici hanno avvalorato il ruolo preventivo e ausiliario dello shiitake nei confronti di svariate patologie, anche importanti, tra cui malattie cardiovascolari e diversi tipi di cancro.

Con gli altri funghi medicinali lo shiitake condivide proprietà immunostimolanti – immunomodulanti: i suoi componenti agiscono cioè riequilibrando e rafforzando l’attività del sistema immunitario.
Questo processo, collegato a un’aumentata produzione di anticorpi, agisce da barriera contro infezioni sia batteriche che virali e, secondo numerosi studi, contribuisce ad inibire la proliferazione delle cellule cancerose in alcune neoplasie.

Le proprietà dello shiitake non finiscono qui. Questo fungo “terapeutico” orientale: è utile nell’abbassare il colesterolo e nel prevenire l’aterosclerosi; esplica un’attività protettiva del fegato e promuove la formazione di anticorpi contro l’epatite B; oltre a virus e batteri, combatte alcune infezioni fungine, come quelle provocate da Candida albicans; ha effetto prebiotico, cioè promuove la formazione della flora batterica “buona” per l’intestino; contrasta la carie, grazie all’azione germicida nei confronti di molte specie di streptococco che si annidano nella placca dentaria; aiuta nelle situazioni di sovraffaticamento fisico e psichico.

In Italia si trova in vendita in genere essiccato: il mio suggerimento è quello di acquistarlo solo se sia certa la provenienza da coltivazioni biologiche, per evitare che il fungo apporti sostanze nocive invece che benefiche, quali inquinanti ambientali e tossine.
Eventualmente le erboristerie oggi sono fornitissime ed è possibile ritrovare le proprietà di questo fungo in capsule da assumere due volte al giorno via orale.

IMG_8049

Con questa ricetta partecipo al contest Contaminazioni perchè unisco la tradizione italiana di una buona pasta con la salsiccia ai funghi shiitake, pilastro della cucina orientale.

20131006-114745.jpg
E al contest Sapori d’Autunno perchè non si può certo dire che l’accoppiamento salsiccia-funghi non sia autunnale!

20131006-115026.jpg

Advertisements

4 responses to “Spaghetti integrali ai semi di lino con Salsiccia e Shiitake

  1. ciao,
    grazie per aver partecipato al contest.
    un piatto con ingredienti che amo da sempre: salsiccia e i funghi shitake! Confesso che non sono molto per i bordi granulari ma questi spaghetti particolari hanno rapito il mio interesse e spero di trovarli per provarli!

    • Ciao! Sono contenta ti piacciano, la pasta è spettacolare, se la trovi merita di essere provata! Nemmeno io sono molto per i brodi granulari ma da studentessa a volte ne ho proprio bisogno quindi cerco di utilizzare qualcosa che venga comunque fatto nel rispetto delle materie prime, del biologico e dell’ambiente. 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s