Spaghetti (Shirataki MiracleNoodle) alle Zucchine,Semi di Papavero e Rafano Verde (Wasabi)

Qualche mese fa, girando in rete tra un sito bio e l’altro, la mia attenzione è stata catturata da un prodotto molto particolare: gli Shirataki di Konjac.
Inutile dirvi come la mia curiositá mi abbia subito spinto a informarmi su cosa fossero quelli che sembravano comunissimi spaghetti, ma che la confezione indicava avere solo 5 kcal/100 gr (che stregoneria è mai questa?).
Così, leggendo vari articoli, sono riuscita a capire, in maniera molto trasparente, che cosa fossero questi shirataki (letteralmente “cascata bianca” a descriverne l’aspetto)
Si tratta di un tipo di spaghetti ricavati dalla radice del Konjac, pianta nativa della zona subtropicale temperata asiatica. Hanno un basso contenuto di carboidrati e di calorie e sono particolarmente indicati nei regimi alimentari dietetici e nell’alimentazione dei diabetici.
Sono composti per la maggior parte da acqua e glucomannano.
La curiositá mi ha spinto al punto da implorare il mio ragazzo a comprarmi una confezione per la “modica” somma di 5€ al negozio cino-giapponese (più cino che giapponese) dove mi reco abitualmente.
Non male, ma me li sarei aspettati più simili alla pasta di semola, questi erano un pò rigidi e rimanevano leggermente acquosi.
Tempo fa ho sentito parlare di un’azienda che vende shirataki fatti e importati direttamente dal Giappone, la MiracleNoodle.
Incuriosita sono stata sul loro sito internet e mi ha subito colpito la trasparenza con cui quest’azienda espone il proprio prodotto.
20130614-173815.jpgTaglio corto (anche perchè ormai vorrete la ricetta, dico bene?) e vi dico che oggi inauguro, con questa ricetta, l’inizio della mia collaborazione con la MiracleNoodle e ne sono davvero feliccisima, ancora di più lo sono stata assaggiando i loro shirataki, molto differenti dal mio primo “tentativo” e decisamente migliori!

20130614-191525.jpgIngredienti (per una persona):
– 150 gr di Spaghetti Shirataki MiracleNoodle
– 1 zucchina media
– 1/4 di cipolla bianca
– 1 cucchiaino colmo di semi di papavero
– 1/4 di cucchiaino di wasabi
– 1/2 cucchiaino d’olio
– un ciuffetto di prezzemolo fresco
– sale e pepe q.b.

Procedimento per ottenere degli ottimi Shirataki MiracleNoodle: scolare gli spaghetti dal liquido di conservazione della confezione (si tratta di un liquido a base di acqua e idrossido di Calcio che consente di conservare gli shirataki correttamente, stabilizzandone il pH).
Sciacquare sotto acqua fresca corrente gli spaghetti, quindi sbollentarli per massimo 2 minuti in acqua salata che sarà stata portata a ebollizione.
Scolare gli shirataki e saltarli in padella con il condimento.
Se seguirete questi consigli avrete degli ottimi Shirataki!

Veniamo al condimento: tagliare la zucchina a cubetti e affettare la cipolla alla julienne.
Ungere appena una padella con 1/2 cucchiaino d’olio e unire le verdure tagliate.
Continuare la cottura aggiungendo a poco a poco dell’acqua in modo da non far bruciare le verdure.
Aggiungere i semi di papavero e il wasabi. Aggiustare di sale e pepe e insaporire con del prezzemolo tritato.
Cuocere fino a che le zucchine non saranno cotte ma ancora sode.
Io ho unito 1/2 cucchiaino di lecitina di soia per addensare meglio il condimento ma è del tutto facoltativa.
Come spiegato sopra, scolare gli shirataki e saltarli in padella per un minuto a fuoco vivace.

20130614-173322.jpgImpiattate i vostri shirataki MiracleNoodle accompagnandoli con le classiche posate giapponesi (hashi o comunemente bacchette) e con della salsa wasabi.

20130614-173337.jpgNon è un caso che abbia deciso di usare la salsa Wasabi in onore di questi spaghetti giapponesi: il gusto piccante, in giusta misura, contrasta con il delicato sapore delle zucchine e gli shirataki MiracleNoodle riescono ad amalgamarsi perfettamente con questo sfiziosissimo condimento.

20130614-173345.jpgPerchè comprare gli Shirataki? I Giapponesi mangiano Shirataki da oltre 1500 anni e sono tra i popoli più longevi al mondo, non è un caso che la radice da cui sono fatti questi spaghetti, la radice di Konjac, è utilizzata ancora oggi come composto medicinale.
Gli shirataki sono un cibo completamente naturale, adatto a vegani e celiaci, formato dal 97% di acqua ed il restante 3% di una fibra naturale chiamata Glucomannano.
Il Glucomannano è una fibra naturale (e sappiamo come la dieta moderna sia povera di fibre…) che fornisce una sensazione di sazietà e aiuta l’attività gastrointestinale liberando in maniera naturale il corpo dalle tossine.
Inoltre è stato recentemente dimostrato che la radice di konjac riduce i livelli di colesterolo e la pressione alta e aiuta a stabilizzare la glicemia.
Tutte queste qualità fanno degli Shirataki un perfetto compromesso tra gusto e benessere!

20130614-173408.jpgIl consiglio che vi dò è quello di provare questi deliziosi spaghetti, e quando li comprate assicuratevi che siano Giapponesi e non una nuova trovata/copia cinese: ricordate che le proprietà di questo cibo risiedono tutte nei suoi ingredienti!
Non voglio fare pubblicitá gratuita ma ho provato la differenza con “cinesate” e ho subito notato le differenze con gli shirataki della MiracleNoodle.
La MiracleNoodle importa direttamente da Giappone i suoi prodotti ed esegue attenti controlli di qualità per assicurare che tutte le miracolose proprietá di questi spaghetti ci giungano fresche nel piatto.
Se provate a dare un’occhiata nello shop vi renderete conto anche dei suoi prezzi altamente competitivi e della varietá che non si ferma ai soli spaghetti, ma che propone la radice di Konjac anche sottoforma di fettuccine e riso.

20130614-173419.jpgSpero che li possiate provare e per tentarvi vi dico un segreto…sapete quante kcal contiene questo piatto? …meno di 150 kcal!!
Che aspettate? L’esate ormai è arrivata!

Advertisements

8 responses to “Spaghetti (Shirataki MiracleNoodle) alle Zucchine,Semi di Papavero e Rafano Verde (Wasabi)

  1. ciao!
    ho appena scoperto il tuo blog e mi piace molto come scrivi! e soprattutto le ricette che proponi! 🙂

  2. ti ho trovata x caso cercando il tag “pasta madre”! sono da qualche mese entrata nel tunnel e vedo che hai pubblicato diverse ricette a riguardo! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s