Polpettine Vegan di Miglio con Semi di Zucca

Questi giorni a casa sono stata proprio bene e, nonostante il “bailam” (come si dice dalle mie parti, ossia “confusione”) sono addirittura riuscita a studiare (un pò).
I giri per la cittá sono stata super proficui: sono riuscita a trovare sia la forma come la volevo io per fare i ravioli (dal cinese e non so come sono riuscita a vederla vista la bolgia di roba in quel negozio!) e gli stampi da pasticcino a forma di barchetta (dopo aver girato 3 negozi per la casa siamo per caso finiti in una stradina dove aveva aperto un nuovo negozio, sempre cinese, ma fornitissimo e superordinato, con migliaia di cose per fare dolci e soprattutto lavorare la pasta di zucchero…ci tornerò sicuramente!).
Erano mesi che li cercavo e finalmente sono riuscita ad averli, e pure a poco! (—> grazie Mamma!!).
Sempre in questi giorni ho avuto modo di vedere il nuovo numero di Cucina Moderna Oro che questo mese presenta uno speciale Cereali.
È da lì che ieri sera ci è venuta in mente l’idea delle Polpettine di Miglio, naturalmente in versione molto personalizzata…e vegan!

20130612-085221.jpgIngredienti (per 20 polpettine circa):
– 90 gr di miglio
– 1/2 carota
– 1 mazzetto di prezzemolo
– 1 scalogno
– 1 cucchiaino di Churna Pitta (*) vedi sotto
– 20 gr di pistacchi sgusciati
– 15 gr di semi di zucca
– 2 cucchiai colmi di farina di ceci
– pan grattato q.b.
– 1 cucchiaino olio di semi di soia per cuocere
– gomasio (o sale) q.b.

Fare un trito molto fine con la mezza carota, lo scalogno e il prezzemolo e sbollentare in acqua leggermente salata.
Scolare bene con un mestolo forato e aggiungere, nella stessa acqua di cottura delle verdure, il miglio dopo averlo lavato.
Cuocere il miglio per 15/20 minuti (leggere i tempi di cottura sulla confezione), quindi scolare e mettere a freddare da una parte: questa parte è molto importante, il miglio deve raffreddarsi e perdere l’umidità prima di poter essere aggiunto agli altri ingredienti.
In una padella calda tostare i pistacchi e i semi di zucca, quindi tritarli grossolanamente.
In una ciotola unire tutti gli ingredienti, churna compreso, aggiustare di sale e pepe e amalgamare la farina di ceci (io ne ho usati due cucchiai ma dipende dall’umiditá dei vostri ingredienti).
Appena il composto sembrerá abbastanza legato formare delle palline piccole con i palmi delle mani, passarli nel pan grattato e cuocerli in una padella dove sará stato aggiunto un cucchiaino d’olio di semi di soia (io ho tolto l’eccesso con della carta assorbente).
Servire tiepide, ma anche fredde sono buonissime!

20130612-085326.jpgFinalmente con questa ricetta posso iniziare a introdurvi la Pratica Ayurvedica
In questa ricette vedete infatti comparire il Churna Pitta (che non è un’imprecazione!).

(*) Ingredienti Churna Pitta:
– 2 cucchiaini di curcuma
– 1 cucchiaino di semi di Papavero
– 1/2 cucchiaino di coriandolo in polvere
– 1/2 cucchiaino di zafferano
– 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere
– 1/2 cucchiaino di finocchio

20130612-085355.jpgL’Ayurveda più che essere unicamente una pratica medica, è uno stile di vita mirato all’equilibrio della propria essenza
Ayurveda è una parola composta da ayur, durata della vita o longevità e veda conoscenza rivelata.
Molti traducono erroneamente l’ayurveda come scienza della vita.
In realtà è un sistema medico molto vasto e complesso comprendente aspetti di prevenzione, oltre che di cura, che permetterebbero, se applicati rigorosamente, di vivere più a lungo, migliorare la propria salute e rispettare il proprio corpo.
Secondo l’Ayurveda il corpo fisico è pervaso da tre dosha (energie vitali) in proporzioni diverse. Ognuno ha il suo o i suoi dosha.
Questi determinano tramite il loro stato di equilibrio o squilibrio rispetto alla costituzione individuale (prakriti) lo stato di benessere o malattia dell’individuo.
Ogni dosha è composto da due elementi (panca-mahabhutani) ed ha determinate qualità (guna) che li caratterizzano.
I tre dosha sono:
• Vata
• Kapha
• Pitta

20130612-085300.jpgIn questa ricetta ho parlato del Chandra Pitta, un insieme di spezie il cui scopo è quello di riequilibrare il dosha Pitta. Ogni dosha avrá il suo Chandra.
Questo giusto per darvi qualche spunto, per mettervi un “filino” di curiositá e magari chissá, le mie parole vi saranno di stimolo a testare quale sia il vostro/ i vostri dosha.
Per vedere che dosha siete potete fare un semplice test (meglio se oltre a voi lo fa anche qualcuno che vi conosce bene, molto spesso non abbiamo la giusta idea di noi stessi).
Il test più lo trovate su questo sito.
Buon Test!

—> dimenticavo, io sono Kapha-Vata!!

20130612-085407.jpgCon questa ricetta partecipo al contest Pret a Manger20130612-120634.jpg
Al contest Stasera Aperitivo da Me20130612-121256.jpg

Advertisements

2 responses to “Polpettine Vegan di Miglio con Semi di Zucca

  1. Pingback: Il mio primo contest - Pret A Manger·

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s