Riso integrale ai funghi e profumo di limone

È iniziata, da due settimane, una raccolta di libri sulla cucina vegetariana tenuta da Repubblica.
Sinceramente? Ero un pò scettica all’inizio.
Che ci vuole a fare un libro con qualche ricetta dove non ci sia carne o pesce, senza poi parlare del numero dei “dolci” che diciamocelo, semmmai il difficile è farli vegani più che vegetariani!
Sfogliandolo, però, mi sono sorpresa di vedere ricette con la quinoa, il bulgur, farine integrali e mi ha rapito.
Lo ammetto, è un libro fatto molto bene, e dopo il primo numero sui Piatti Unici, questa settimana è stata la volta di Pasta, Gnocchi e Crespelle.
Ieri sera ho voluto cimentarmi in una ricetta tratta dal primo volume, con qualche mia personale modifica naturalmente!
20130512-171615.jpgIngredienti (per 2 persone):
– 80 gr di riso basmati
– 80 gr di riso integrale
– 200 gr di funghi freschi (io ho usato il prataiolo)
– un limone da agricoltura biologica
– 5 cucchiai di olio evo
– uno spicchio di aglio
– un mazzetto di prezzemolo
– un rametto di timo
– sale e pep q.b.

Per prima cosa mettere in un barattolo timo e parte del prezzemolo tritati finemente, 4 cucchiai d’olio e il succo di mezzo limone. Agitare per qualche secondo il barattolo in modo da emulsionare gli ingredienti tra loro e mettere l’emulsione da parte.
Riempire una pentola d’acqua, salare e portare a ebollizione. Quindi versarvi il riso e lessarlo per 20 minuti circa.
In una padella scaldare il restante olio e farvi rosolare il prezzemolo rimasto e l’aglio tritato.
Aggiungere i funghi puliti e affettati e cuocere a fiamma bassa per 10 minuti.
Irrorare i funghi con metá dell’emulsione messa da parte e continuare a cuocere, alzando la fiamma, per altri 5 minuti.
Scolare il riso e versarlo nella padella, quindi, saltare il tutto con l’emulsione rimasta.
Impiattare e grattuggiarvi sopra la scorza del limone.

20130512-171636.jpgÈ un piatto completo e il limone gli dà quella nota di freschezza che lo rende un perfetto piatto estivo (sperando che la bella stagione arrivi…), ottimo anche consumato freddo!

20130512-171653.jpgIn questo piatto ho usato il Prataiolo (Agaricus Campestre), tuttavia il piatto potrebbe essere replicato con un porcino o dei chiodini a proprio guato.
I Funghi possono essere considerati perfetti per chi intende intraprendere una dieta (magari proprio in vista dell’estate).
Il loro apporto calorico non è elevato. Per tutte le varietà di funghi esso si aggira attorno alle 25 kcal ogni 100 gr di prodotto fresco.
Da parte di alcuni, i funghi sono erroneamente ritenuti come un alimento povero di nutrienti. Ciò è stato smentito dal ritrovamento all’interno di essi di selenio, il cui apporto nutrizionale ci permette di difenderci sia dalle malattie infettive che dalla comparsa di tumori. Essi contengono inoltre vitamina B3, che contribuisce al buon funzionamento del sistema nervoso e ad una corretta ossigenazione del sangue, e vitamina B2, necessaria sia per la produzione di globuli rossi che per il metabolismo di proteine, grassi e carboidrati.
Per quanto riguarda il loro potere di rafforzare il sistema immunitario, i funghi sono ritenuti da secoli come un vero e proprio antibiotico naturale e vengono indicati dalla medicina non convenzionale come un alimento prezioso da assumere durante il cambio di stagione per proteggersi da i malanni autunnali. La loro comparsa nei boschi tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, o tra inverno e primavera, conferma che è proprio il passaggio tre le stagioni il periodo ideale per consumarli freschi e per godere di tutti i benefici che essi presentano.

20130512-171706.jpgOra abbiamo una scusa in più per farci una bella scorpacciata di funghi! 🙂

Advertisements

2 responses to “Riso integrale ai funghi e profumo di limone

  1. Ciao! Ti conosco solo ora ma mi piace molto il tuo blog!:) Anch’io ho iniziato la raccolta su Repubblica e la trovo fatta molto bene, anche se, come mi aspettavo, essendo di cucina vegetariana purtroppo fa largo ricorso a uova e formaggio per compensare la mancanza di “altro” :\ quindi mi ritrovo comunque a dover studiare un po’ le ricette per fare tutte le conversioni di routine anche lì. Buonissimo questo risotto già “senza” di suo! 😉

    • Ciao! piacere di conoscerti!
      Si, in effetti anche io ho notato che latte e uova non mancano quasi mai ma ho molto apprezzato il fatto che abbiano proposto qualche ricetta con tofu e seitan e spero che manterranno questa linea anche per il capitolo sui “Dolci” (fare dolci vegetariani é molto semplice, altro discorso per quelli vegani no?).
      Staremo a vedere! Grazie dei complimenti!
      Un bacione

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s