Crostata al cioccolato fondente, non poteva essere altrimenti per il mio compleanno!

Eh si, per il mio compleanno non ci potevano essere di certo sconti sulla dieta (come del resto prova questa torta) e le mie amiche lo sanno bene tanto che ieri sera hanno organizzato per me uno dei più bei regali potessi ricevere, di quelli che dici “ma sta succedendo davvero? Come hanno fatto a raggiungere cosí bene l’angolino dei miei desideri?”.
Forse a molti non sembrerá l’evento del secolo, ma alcuni sapranno invece per esperienza che lo stomaco dei nati sotto il segno del Toro ha uno spazio sufficientemente grande per ospitare una pasticceria intera…e il mio non è da meno!!
Cosí ieri sera, ignara di tutto, sono stata portata davanti a una gelateria (sappiate che il gelato è una delle mie passioni più grandi e sia d’estate che d’inverno non ne riesco a fare a meno!) e mi è stato dato un biglietto: avrei potuto provare quante gelaterie della città avrei voluto finchè il mio stomaco non avrebbe ceduto.
Cosí, con occhi luminosi, le ho guardate dicendo “siete sicure di voler intraprendere questo impegno con una pazza di gelati, toro, come me??”.

20130501-193729.jpgSono qui ancora febbricitante della splendida serata passata, e oggi con tutto il mio gruppo di amici sarò a festeggiare in un parco vicino a casa, pic nic, twister, rubabandiera, penichella e tante risate!
E questa torta? Questa, una cosa è certa, faciliterá la penichella!

20130501-192543.jpgIngredienti (per la base di frolla al cacao):
– 200 gr di farina di farro bio
– 50 gr di cacao amaro
– 80 gr di zucchero grezzo di canna integrale
– 1 uovo + 1 tuorlo
– 100 gr di burro
– un cucchiaio di Amaretto di Saronno
– una presa di sale

In una ciotola montare il burro con lo zucchero, aggiungere le uova e il liquore e da ultimo la farina a poco a poco setacciata con il cacao. Unire il sale e impastare fino a formare una palla omogenea che riposerá per circa 30 minuti, avvolta nella pellicola, in frigorifero.

Ingredienti (per la farcia):
– 200 gr di cioccolato fondente (io ho riciclato l’ultimo uovo di pasqua rimasto!)
– due cucchiai di cacao amaro
– due uova
– 250 gr di mascarpone
– 40 gr di zucchero

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria e intanto, in una terrina, amalgamare bene tutti gli altri ingredienti.
Aggiungere il cioccolato fuso e continuare ad amalgamare.

Rivestire con la frolla, ormai riposata, una tortiera imburrata e infarinata e infornare in forno, statico e giá caldo, a 180°C per cinque minuti.
Sfornare e versarvi la crema di cioccolato, quindi infornare nuovamente a 180°C per circa 20 minuti.
Far freddare bene e servire, meglio se accompagnato da un buon gelato alla crema o della panna fresca!

20130501-192551.jpgIn questa ricetta spicca, in tutta la sua libidine, il Cioccolato Fondente.

20130501-192607.jpgLa storia del cioccolato comincia con la storia del cacao. Indietro, nel tempo delle leggende, sembra che i primi coltivatori della pianta del cacao fossero i Maya, nel 1000 A.C. circa, e successivamente i Toltechi e gli Aztechi.
La leggenda narra che il dio Azteco Quetzalcoatl donò al mondo il seme del cacao con il quale preparare una bevanda amara e piccante notevolmente energetica. In onore del dio il seme venne chiamato “cacahualt” per poi mutare in “chocolatl”.
Nel 600 DC circa, sempre nell’America centrale, i Maya usavano i semi del cacao come moneta di scambio, come unità di calcolo e per produrre una bevanda chiamata “xocoatl”. Questa bevanda poco o niente aveva a che fare con la cioccolata che siamo abituati a consumare oggi e veniva apprezzata perché era capace di eliminare la fatica e stimolare la forza fisica e mentale.
Ancora oggi il cioccolato viene però considerato un’ottima fonte di energia, soprattutto se fondente e ad alta % di cacao al suo interno.
Attenzione però a chi soffre di reflusso gastroesofageo a non abusarne.

20130501-192531.jpgCon questa ricetta partecipo al contest Forno che Passione

20130501-121316.jpg
E al contest I love Pie

20130501-121427.jpg

Advertisements

5 responses to “Crostata al cioccolato fondente, non poteva essere altrimenti per il mio compleanno!

  1. La torta era buonissima come sempre del resto, poi lo sai quanto amo profondamente il cioccolato, sicchè per me era perfetta anche senza gelato o panna! Squisita!!
    Ps:ma siamo famose ora! Siamo su internet! 😉

  2. Pingback: CONTEST: Forno... Che passione! | La forchetta nel brodo·

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s