Plumcake extralight dopo una giornata “piena”!

Questo week end è stato così pieno che ieri sera, un pò per rielaborare i fatti, un pò per smaltirli, sono stata a fare una corsetta.
Erano le sette e ancora il sole scaldava, era stata una bellissima giornata in tutti i sensi!
Tutto è iniziato venerdì sera quando, con mia gran sorpresa, ho saputo di essere stata scelta come assaggiatrice dei dolci proposti da una pasticceria/cake design lab. che aprirà le porte al pubblico settimana prossima.
Sabato sera, a pancia vuota e un sorriso a 43 denti(si può?…32 non basta questa volta), le tre ragazze proprietarie di Dolce Lab mi aspettavano a braccia aperte, e io non le avrei deluse, avrei assaggiato ogni singolo dolce!
E così è stato per Irene-stomaco-di-ferro, che non ne ha avanzato nemmeno una briciola.
Le loro torte sono sensazionali, la cheesecream è la fine del mondo, ma all’assaggio della carrot cake mi stavo commuovendo: mai assaggiata una torta così buona!
Avevano arredato benissimo quello che sarebbe stato il Cafè di prossima apertura e come sempre erano gioiose e disponibilissime! Una bellissima serata!
È la volta di domenica, sveglia ore 7 (yauhnn) per ultimare e infornare la crostata e il rotolo salato che avrebbero preso parte, insieme a me naturalmente :-P, al 1º RADUNO FOODBLOGGER TOSCANE.
20130415-111154.jpgIn una saletta parrocchiale in centro a Firenze abbiamo imbandito un lungo tavolo, abbiamo finalmente assaggiato quello che spesso possiamo immaginarci solo virtualmente, abbiamo riso e scherzato di tutto confrontandoci sia sul nostro principale hobby (la cucina ovvio) sia su altri temi, raccontando di noi, della nostra vita, in un ambiente rilassato e sereno.
Ho conosciuto persone deliziose (quasi quanto i loro piatti, ma non saprei…non ho provato ad assaggiarle :P), e abbiamo passato davvero un bellissimo e “pienissimo” pranzo insieme.
Paola è stata una bravissima organizzatrice, e professionalmente ci ha consegnato un badge con nome e blog da metterci per riconoscerci, e poi… finalmente ho assaggiato un dolce preparato dal Nanni, ho potuto parlare dal vivo con Tamara, gioire dell’irrefrenabile simpatia di Rita, apprezzare la bravura fotografica di Corrado e assaporare la pura semplicità di Eleonora.
Non eravamo in tanti (su 80 adesioni essere in solo 7 blogger…) ma come si dice “meglio pochi ma buoni!!” E così è stato, pochi ma buonissimi!
Credo di aver sciorinato abbastanza, sarà meglio passare alla ricetta che, come capirete ora, dopo queste due giornate mangerecce, ci sta proprio! 😀

20130415-113714.jpgQuesto Plumcake nasce così, all’improvviso, soprattutto per l’esigenza di disfarmi dei 7 albumi (notare la coincidenza: 7 albumi per 7 blogger) residuo della crostata di frutta preparata per il raduno.
Come non prendere la palla al balzo e rendere questo dolce estremamente light?… più leggero di così credo ci sia solo l’aria.

Ingredienti (per una plumcake):
– 7 albumi freschi da uova bio
– 50 gr di fecola di patate
– 100 gr di farina di riso integrale
– 50 gr di zucchero di canna integrale
– 18 cucchiaini di Stevia in polvere
– il succo e la buccia di un bel limone bio
– 1/3 bustina di lievito (ma sarebbe meglio usare il cremor tartaro)
– 25 gr di olio di riso
– una presa di sale fino integrale
– mezzo cucchiaino di curcuma
– una mela (facoltativa)
– burro per la teglia da plumcake + semi di papavero o farina

In una ciotola iniziare a montare a neve fermissima gli albumi con lo zucchero e il lievito.
Aggiungere la Stevia (sepreferite potete usare altri 100 gr di zucchero di canna), il succo e la buccia del limone e la curcuma continuando a montare, quindi versare a filo l’olio e cospargere con il sale.
Ora che avrete un composto bene amalgamato ma ancora ben gonfio, iniziare a incorporare con delicatezza la farina e la fecola setacciati.
Imburrate una teglia da plumcake e foderatela con i semi di papavero (se vi va, altrimenti potete usare la classica “imburra e infarina”). Quindi passatela anche in una pò di farina che si infiltrerà nei buchini lasciati dai semi.
Accendere il forno a 180ºC e, una volta caldo, versare il composto nella teglia da plumcake, tagliare una mela a fettine e premerle nell’impasto, ma non troppo a fondo, e infornare per 20 minuti (necessaria la prova stecchino).

20130415-113725.jpgEt voilà…ma scusate, un plumcake con 916 kcal può esistere? Ovvio, eccolo! Quindi ogni fettona avrá 92 kcal circa…perfetto per ricominciare la settimana con grinta e coerentemente con quel “da Lunedì a dieta…” che è sulla bocca di molti durante il week end! 🙂

20130415-113728.jpgE poi è senza glutine, senza latte, il pochissimo zucchero è di canna e per giunta integrale e le uova sono praticamente nella loro componente meno allergenica…quindi? Adatto proprio a tutti i palati, e con l’intenso profumo di limone e il tocco dolce delle fette di mela, la apprezzeranno anche i più golosi (spiegateglielo poi che ci sono solo 25 gr di olio nell’impasto!).

20130415-113733.jpgCon questa ricetta partecipo al contest Diversamente Buoni
20130415-110021.jpg
Al contest Quick and Easy
20130415-110017.jpg
A La ricetta Improvvisata (perchè più di così davverò non si può, messa in piedi per disfarmi di quei numerosi albumi, ne è emersa una splendida sorpresa per gi occhi e per il palato!!)
20130415-110233.jpg
E al contest Limoni-Amo
20130415-110238.jpg

Advertisements

14 responses to “Plumcake extralight dopo una giornata “piena”!

  1. Grazie per essere stata dei nostri, mi ha fatto molto piacere conoscerti e spero di vederti in altre occasioni!
    Un abbraccio
    Paola

  2. Ohi, ohi me ce ne vorrebbe una fettina adesso prima di andare a parlare coi prof e una immediatamente dopo!
    Ma quanto mi è dispiaciuto non essere dei vostri ieri! Ma per fortuna che non avevo dato la mia adesione: mio marito sabato mi ha fatto una bellissima festa a sorpresa e ieri avevo a pranzo 23 persone rimaste per continuare a festeggiare!

    • Wow che grande famiglia!! Ahahah per andare a parlare con i prof mi sa conviene qualcosa di più zuccheroso…in ogni caso! 😀

  3. Ciao cara! Piacere di conoscerti! Che favola questa ricetta…la proporrò a mio marito:)
    Grazie! La inserisco subito!!!! Un bacione e buona serata! Simo

  4. Ciao, grazie per la tua partecipazione al contest, ricetta inserita! Dovresti solamente specificare le differenze con la classica ricetta del plumcake, grazie, Martina

    • Le differenze stanno nel fatto che è una ricetta d’amblè, fatta su due piedi, del plumcake ho preso solo lo stampo, non ci sono nè uova ne yogurt (non ne avevo) e poi lo zucchero, le spezie, la mela a fette…se uno dovesse immaginarsi il classico plumcake al limone certo sceglierebbe un’altra ricetta :-)) diciamo che la mia è una ricetta salva albumi 😀 a presto! 🙂

    • Nooooo che peccato!!!! Ma vedrai si rifará presto perchè siamo stati bene e abbiamo molta voglia di conoscerci! E poi mancavano in tanti quindi urge rifarla! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s