Fusilli di farro al pesto di radicchio

Buona Pasqua!!!
Giornata di nuova pace, di riconciliazione.
Si sta con le persone a cui si vuole bene, si cerca di portare in tavola un’ “allegria” di piatti e di colori, si porta in tavola la Primavera!
Sembrava bastasse il ritorno all’ora legale, quell’ora in più (o in meno a seconda dei punti di vista) per permetterci di vivere le giornate a pieno e gustare finalmente la tanto aspettata nuova stagione.
Ma anche quest’anno, sul profilo metereologico, la Pasqua è risultata scadente…piovosa, nessun fiore sbocciato, nessuna rondinella in un cielo che, a dirla tutta, quell’ora guadagnata ce la sta proprio nascondendo tutta!
Ma almeno sulle nostre tavole un pò di “natura” ci voleva, insieme a una miriade di leccornie, tra tradizione, carnivori e vegetariani, ecco un primo piatto che ha messo tutti d’accordo: Fusilli di Farro al Pesto di Radicchio.

20130331-194027.jpgIngredienti (per 4 persone):
– 320 gr di fusilli di farro integrale
– 100 gr di radicchio rosso di Treviso
– 100 gr di pinoli bio
– 30 gr di olio evo
– 70 gr di formaggio grana grattuggiato
pepe dei piaceri Tec-Al
– un mazzetto di erba cipollina
– sale q.b.

Portare a bollore una pentola riempita con acqua salata e versare i fusilli avendo cura di rimescolare di tanto in tanto.
Intanto preparare il pesto: lavare e mondare il radicchio rosso, tagliarlo a pezzetti e metterlo in un frullatore con i pinoli.
Emulsionare tutto con l’olio e aggiungere il formaggio grana. Salare e pepare a piacere.
Scolare la pasta e saltarla in una padella con il pesto.
Ultimare con una manciata di erba cipollina ben tritata e delle scaglie di grana.

20130331-193851.jpgLa Primavera inizia, astronomicamente parlando, il 21 marzo, cioè il giorno in cui inizia l’equinozio di primavera.
Equinozio significa “aequa nox” e si riferisce al fatto che in questo periodo la durata del giorno e della notte si equivalgono.
Tutte le società, in particolare quelle agricole, celebravano la primavera come una resurrezione, il momento in cui la morte cede alla vita.

Nell’antica Grecia, dopo l’Equinozio, si svolgevano le Adonìe, feste della resurrezione di Adone, bellissimo giovane amato dalla dea Afrodite.
In questo periodo si usavano accendere fuochi sulle colline secondo una tradizione, che è rimasta ancora oggi nel folklore europeo; più a lungo rimanevano accesi, più fruttifera sarebbe stata la terra.

20130331-194635.jpgI popoli Celti denominavano l’equinozio di Primavera “Eostur-Monath” e successivamente “Ostara”.
Il nome sembrerebbe provenire da aus o aes e cioè Est, e infatti si tratta di una divinità legata al sole nascente e al suo calore.

Per gli antichi Britanni il termine”Easter” con cui ancor oggi in Inghilterra si designa la Pasqua si ricollegava all’antica divinità pagana dei popoli nordici, la dea Eostre, assimilabile a Afrodite, la quale presiedeva ad antichi culti legati al sopraggiungere della primavera e alla fertilità dei campi.

20130331-194653.jpgGli antichi romani ritenevano che Saturno, in questo giorno, spandesse sulla terra il suo seme per accenderla di nuove passioni, e celebravano la festa di Floralia, dea dei fiori e dell’abbondanza.

La Primavera è un periodo di rinascita, è una stagione prepotente che si fa sentire da tutti con note di spossatezza, ma allo stesso tempo è un periodo meraviglioso, allo sbocciare dei fiori, al primo cinguettar di uccellini eccoci più forti e pimpanti di prima: rinasciamo insieme alla natura!

Con questa ricetta partecipo al contest Profumo di Primavera

20130331-193338.jpg a la primavera nel piatto

20130331-193436.jpg e al contest Color Food nella sezione VIOLA

20130331-193550.jpg

Advertisements

5 responses to “Fusilli di farro al pesto di radicchio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s