Carciofi ripieni di riso, yogurt e erbette con riduzione di Gelatina di Dolcetto

Amo i carciofi, in qualsiasi forma, crudi o cotti, al vapore o trifolati, qualsiasi scusa é buona per assaporare questo “fiore” un pò insidioso. Sí, perchè quando ci si accinge a cucinare i carciofi bisogna avere delle accortezze:
– limone sulle mani (e anche sul carciofo) per evitare di sembrare uno spazzacamino che ha messo le mani nella fuliggine.
– attenzione alle spine (sembrano innocue ma appena ti distrai loro son pronte e… Ahi!).
– si mangia tutto? Magari! Le foglie più esterne più dure devono essere staccate.
Avete pulito i vostri carciofi e siete sani e salvi? Bravi! Ora si può passare alla ricetta, ma vi assicuro il difficile è fatto! 🙂

2° PIATTO

20130310-154754.jpgIngredienti (per 4 persone):
– 4 carciofi belli grandi e tondeggianti
– 1 limone (per questioni logistiche…vedi sopra)
– 70 gr di riso
– 5 cucchiai di yogurt greco
– 1/3 di gambo di porro
– 2 spicchi d’aglio
– 3 cucchiai di olio evo
– un mazzetto tra maggiorana, menta e erba cipollina
– brodo per la cottura del riso
– un bicchiere di vino bianco
Gelatina di Dolcetto dell’azienda Prunotto
– sale e pepe q.b.

Dopo aver pulito i carciofi, tagliare l’estremità e scavare il cuore del carciofo con uno scavino o aiutandovi tra coltello e cucchiaino. Metterli in una ciotola con acqua e limone.
Preparare in una padella capiente il riso: soffriggere nell’olio parte del porro tagliato molto finemente, quindi aggiungere il riso per la tostatura (fondamentale). Bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciar evaporare bene. Quindi procedere con la cottura del risotto come da manuale (brodo, meglio se casalingo aggiunto a poco a poco).
Non portare il riso a cottura completa ma lasciarlo un pochino al dente.

Intanto scolare i carciofi e metterli in un tegame con un filo d’acqua sul fondo, un goccino d’olio, il porro avanzato e l’aglio.
Coprire il tegame e far cuocere per 15 minuti.

Preparare la crema di yogurt: mescolare lo yogurt con le erbe ben tritate. Salare e pepare quindi amalgamare la crema al risotto.

Riempire i carciofi con il risotto allo yogurt e porli in una pirofila con il fondo di cottura usato per cuocerli precedentemente. Infornare a 180°C per 15-16 minuti.
Una volta sfornati, guarnire i carciofi con ciuffetti di yogurt e menta fresca e irrorare con la Gelatina di Dolcetto che avremo sciolto su fuoco dolce.

20130310-154743.jpgLa Gelatina di Dolcetto ha un sapore delicato che si sposa molto bene con l’acidulo dello yogurt, e chi l’avrebbe mai detto? All’inizio l’idea prevedeva una riduzione di aceto balsamico, ma vi assicuro, dieci punti alla Gelatina di Dolcetto!

20130310-154806.jpgIl segreto delle virtù del Carciofo risiedono nella cinarina, la sostanza aromatica che gli conferisce il caratteristico sapore amaro e molte delle sue proprietà benefiche e terapeutiche.
L’organo che trae maggior beneficio dalle proprietà del carciofo è il fegato; la cinarina, i cui benefici vengono disattivati dalla cottura (per questo motivo è meglio consumare il carciofo crudo), favorisce la diuresi e la secrezione biliare.
Secondo recenti ricerche scientifiche è stato dimostrato che mangiare carciofi contribuisce al benessere del nostro organismo e soprattutto a prevenire diverse malattie. Il carciofo ha proprietà digestive e diuretiche e, grazie alla presenza di inulina permette di abbassare i livelli di colesterolo; inoltre, nel cuore del carciofo, è presente un antiossidante in grado di prevenire malattie arteriosclerotiche.
Non a caso numerosi prodotti erboristici e non fanno uso delle notevoli proprietá di quest’ ortaggio gustoso.

20130310-154723.jpgAnche questa ricetta partecipa al contest “Dolcemente Salato“…e siamo solo alla seconda ricetta…

20130310-144657.jpg

Advertisements

4 responses to “Carciofi ripieni di riso, yogurt e erbette con riduzione di Gelatina di Dolcetto

  1. Stella.. mi credi se ti dico che i carciofi li adoro?! E così fatti sono estremamente speciali! Che idea fantastica e che bellissima presentazione! ❤ Sei unica e ti mando un abbraccio per un lunedì stupendo 😀

    • Tesoro!! Come si fa a non amare i carciofi? :-)) sono davvero contenta che ti piaccia la ricetta, è semplice ma fa scena 😀

  2. Che figata lo yogurt nel risotto!!! Mai messo e mai pensato di metterlo! Lo proverò! E immagino sia ottimo per contrastare la dolcezza della gelatina! Buono buono buono!
    Che idea super! Grazie mille!!!
    Un bacione!
    Ema

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s