Polpettangole di soia

Ieri sera ero cosí sfiancata dalle numerose ore passate sui libri che avevo solo voglia di un piatto brioso, colorato e…incoraggiante!
Un esame dopo l’altro non mi resta molto tempo per cucinare ma questo piatto è semplice, veloce e davvero gustoso!

Ingredienti (per 12 polpettangole):
– 100 gr di soia gialla (a bagno dalla sera prima)
– 2 zucchine
– mezzo porro
– 50 gr di farina di ceci
– un mazzetto di prezzemolo
– pan grattato
– sesamo q.b.
– sale e pepe q.b.

Mondare e tagliare a julienne sia le zucchine che il porro e farli saltare in padella con un cucchiaio di olio evo, sale, pepe e il prezzemolo ben tritato.
Intanto fare bollire la soia gialla in acqua salata e a fine cottura scolare e frullare fino a renderla una “pappetta”.
Unire quindi la purea di soia alle zucchine ormai ben cotte e aggiungere la farina di ceci.
Aggiustare di sale e pepe e a seconda dell’umiditá del vostro composto aggiungere del pan grattato.
Quando vi sembrerá abbastanza maneggevole formate delle polpette della forma che desiderate e ricopritele con una mixtura di pan grattato e semi di sesamo.
Infornare in forno caldo a 180°C per c.ca 20 minuti.

imageIo l’ho servito con un purè di patate e carote.
Colorato, sano e buonissimo!

imageimageLa soia è un legume maggiormente digeribile rispetto agli altri. Nella soia troviamo un’altissima percentuale di proteine, tanto che può benissimo essere usata come sostituto della carne.
Ma è davvero cosí semplice? Davvero a un piatto di soia corrisponde una fetta di carne?
I nutrizionisti rispondono di no! Nella carne sono ben rappresentati tutti gli aminoacidi, cioè gli elementi costitutivi delle proteine, mentre nella soia ne manca uno, la metionina.
Affinché la soia divenga di buona qualità bisogna abbinarla ai cereali, ricchi di tale aminoacido, così da creare un ottimo connubio e sostituire la carne. Il vantaggio è di contenere meno grassi rispetto alle carni, più fibre e sali minerali, oligoelementi e poco sale (abbondante invece nei formaggi e nei salumi).
Dal punto di vista nutrizionale, un etto di fagioli di soia secchi apporta 37 g di proteine, a differenza di un etto di carne che ne ha solo 22 g.
La soia resta comunque un legume, quindi meglio non abusarne e consumarla regolarmente 2, massimo 3, volte a settimana, riducendo il consumo settimanale di carne.

imagePer la cronaca, il piatto sorridente è servito e l’esame è andato a gonfie vele grazie anche al supporto di molte persone intorno a me che non mi hanno mai permesso di sentirmi scoraggiata o abbattuta 🙂
Un grazie a tutti (voi sapete di chi parlo…) questo piatto lo dedico a voi!!

Advertisements

4 responses to “Polpettangole di soia

    • Grazie mille! Sono contenta che ti sembrino utili, è sempre bello imparare qualcosa e in quello che mangiamo ogni giorno ci sono tante storie, proprietá e curiosità che è interessante sapere 😀

  1. Ma che brava sei stata cara!! Complimenti, sei super.. nello studio come in cucina! Che polpettangole geniali, ahah! Davvero un piattino nutriente, sano e delizioso! Ti abbraccio stretta e grazie di averci dedicato questa tua creazione ❤ ❤ Smuuuacck!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s