Il mio primo pane

Ho la MIA PASTA MADRE!!
Dopo vari tentativi falliti, e con la mela, e con lo yogurt, prova questa, prova quella ricetta stavo quasi per abbandonare l’idea quando una mia “collega” di yoga una sera mi dice “Ho la pasta madre! É favolosa…giovedì la rinfresco ne vorresti un pò?”… Ho la mia pasta madre FINALMENTE!
Sul web si leggono tante cose: c’è chi la chiama per nome (dovrei pensarne forse uno anche io? Per ora la chiamo solo banalmente ‘pasta madre’), chi la considera la ‘propria bambina’, chi la coccola, chi gli parla.
Io per ora l’ho solo rinfrescata una volta, non siamo ancora così intime. XD

Con la pasta madre che mi è avanzata dopo il rinfresco ho voluto improvvisare un pane veloce, semplice, che non mi tenesse impegnata troppo tempo (anche perchè in questo periodo non ce ne ho proprio!).

Ingredienti (per un filoncino da 1kg):
– 200 gr di pasta madre appena rinfrescata
– 800 gr di farina Manitoba
– 500 ml di acqua tiepida
– 1 cucchiaio di olio evo
– 1 cucchiaio di malto
– 1 cucchiaino di sale
– tanta pazienza 😉

Sciogliere completamente la pasta madre nell’acqua tiepida a cui unirete il malto e piano piano la farina setacciandola con il sale. Lavoratela energicamente finchè non avrete un composto bello liscio e omogeneo. Lavorate la pasta con amore, con le palme delle mani e le nocche e ogni tanto prendete la pasta e sbattetela energicamente sul piano di lavoro per darle elasticita.
Dopo circa 15/20 minuti avrete un impasto liscio ed elastico. Riponetelo in una ciotola unta d’olio e coprite con la carta trasparente.
Lasciate lievitare in forno spento per circa 12/16 ore o almeno fino a che la vostra pasta non starà cercando di fare “hulk” nel tentativo di strapparsi la pellicola trasparente!
Ora prendetela e, facendo attenzione a non lavorarla per non smosciarla troppo, cercate di darle una forma rettangolare.
Ora viene il “facile/difficile”: facile da fare, difficile da spiegare. Dovete fare le famose ‘PIEGHE’. Su internet trovate mille siti che vi indicheranno come si fanno, quali per questo, quali per quel tipo di pane. Io vi dico che, dopo aver dato all’impasto una forma rettangolare, ho preso io due angoli su uno dei lati corto e li ho tirati verso il centro (come quando si inizia a fare una “barchetta” o un “aereoplanino” di carta per capirci) ottenendo così una punta. Ho preso la punta e ho iniziato a arrotolare l’impasto fino a raggiungere l’altro lato corto.
(Ho provato a fare un disegno…sono negata anche in questo!)

20130203-000300.jpgBeh alla fine avrete un salsicciotto che dovete mettere in uno stampo per plumcake rivestito con un canovaccio pulito e con una spolverata di farina (non dovrete cuocerlo nello stampo, serve solo per dare un ‘contegno’ a questo impasto strabordante e, se possibile, dargli una forma).
Lasciate riposare un paio d’ore.
Accendete il forno alla massima potenza, quindi, quando l’avrà raggiunta, ribaltate sulla teglia da forno il vostro salsicciotto gonfio. Fate sulla sua superficie delle incisioni profonde della forma che preferite (non sono essenziali è solo per dare un “tocco personale” al vostro pane, non comprometteranno la riuscita del buon filone! 😀 ).
Appena infornate abbassate la temperatura a 200°C e cuocete per 40 minuti circa.

20130203-000312.jpgNon l’avrei mai detto, ma il pane che ho sfornato sembra quello del fornaio, con la crosticina fuori bella croccante e tanta morbida mollica. Una soddisfazione immensa più che un pane!

20130203-000317.jpgA molti sembrerà una ricetta banale, un semplice pane comune, ma per me è qualcosa di più, è il mio PRIMO PANE!
E oggi la colazione aveva tutto un altro sapore!!

20130203-000307.jpgPer tutte le informazioni sulla pasta madre potete dare un’occhiata a questo sito
Tra l’altro oggi (anzi, ormai ieri!) è anche stato il Pasta Madre Day!! Che coincidenza! 😀

20130203-000023.jpg

Advertisements

4 responses to “Il mio primo pane

  1. Davvero molto molto bello! Allora ti auguro buona avventura! Vedrai, a volte sarà impegnativo, a volte non avrai voglia di rinfrescarla, ma lei ti darà sempre tanta tanta soddisfazione! Prova anche ad usare farine meno raffinate e noterai una grande differenza!

    • 😀 non vedo l’ora infatti di usare tutte le mie belle farine integrali che ho in dispensa e soprattutto il germe di grano. Purtroppo questa volta avendo troppo poco tempo e anche troppa poca ispirazione sono voluta andare sul facile ma la prossima volta mi impegno! 😀

  2. Ma sei stata fantastica cara!!! 😀 Che pane stupendo!! Lo sai che non ho mai avuto ‘la mia pasta madre’?! Devo rimediare, visto il risultato… complimenti e un abbraccio ❤

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s