Big camilla saracena

Questa mattina mi sono svegliata con una gran voglia di CAMILLE. Esatto! Quelle briochine soffici soffici che la ben nota multinazionale ha creato sapientemente per plasmare piccoli bambini camilla-addicted come me! Certo che sono così buone con la loro forma a funghetto e il loro profumo mandorlato non puoi che resistergli…e quindi camille siano, ma nella versione piú DOLCE possibile e soprattutto in formato torta! 😀

20121130-161311.jpg

Ingredienti:
– 300 gr di carote pulite
– 3 uova
– 100 gr di mandorle rese farina con il frullatore
– 150 gr di farina di grano saraceno
– 1 bustina di lievito per dolci
– 1/2 cucchiaino di bicarbonato
– 3 cucchiai di succo ace Zero (io ho usato quello della Derby) caldo
– 50 gr di zucchero di canna
– 15 gocce di Tic o 50 gr di Stevia (volendo il dolcificante può essere sostituito da altri 100 gr di zucchero di canna)
– mezza bacca di vaniglia o vanillina
– mezzo bicchierino di rum
– 2/3 gocce di aroma di mandorle per rendere il profumo sprigionato da questa torta ancora più inebriante!
– un pizzico di sale

20121130-192728.jpg
Giá avete capito bene, niente grassi, nè olio nè burro. Si lo so ci sono 3 uova ma in fondo su una torta intera vogliono dire 1/4 di uovo a fetta.
Sono infatti le MANDORLE a dare i grassi ma sono sicuramente grassi migliori di quelli che troviamo nel burro e poi la cosa bella é che sono grassi ESSENZIALI! Infatti grazie all’alta percentuale di grassi “buoni”, le mandorle abbassano il livello di colesterolo nel sangue, contribuendo alla salute di arterie e cuore.
Sono un potente antiossidante naturale, preservano la giovinezza, la bellezza della pelle e il benessere dei capelli. Presentano inoltre un’elevata quantità di ferro (quindi come il tofu visto nel precedente articolo ottimo per chi come me soffre di anemia da carenza di ferro!).
Forse non tutti sanno che nelle mandorle é contenuta una sostanza antitumorale chiamata laetrile.
Vorrei poi sfatare un piccolo mito, sebbene molti pensino alle mandorle come un frutto tossico se mangiato in gran quantitá in realtá la tossicitá di questi frutti è valida solo per le mandorle amare per il contenuto di acido prussico e che permette il loro uso solo in profumeria e medicina. Le mandorle dolci che compriamo al supermercato non lo contengono e anzi sono tutta salute ma attenzione comunque a non consumarne in eccessive quantitá per il loro alto contenuto calorico (c.ca 600 kcal su 100 gr di prodotto!!).

Procedere dunque montando i tuorli con lo zucchero (100 gr) o con il dolcificante (se avete scelto questa opzione mettere 25 gr dello zucchero di canna previsto in ricetta insieme al dolcificante) e aggiungere il succo ACE caldo (dove avrete fatto sciogliere il dolcificante se usate quello in compresse) fino a rendere il composto spumoso e chiaro. Aggiungere rum, aromi, vaniglia e carote e continuare a mescolare quindi aggiungete la farina precedente miscelata con il lievito e le mandorle frullate. Non dimenticate il pizzico di sale mi raccomando! 😉
A parte montate i 50 gr di zucchero (25 gr per chi usa il dolcificante) con gli albumi a neve ferma, anzi no, fermissima! A questo punto aggiungete questa meringa spumosa all’altro impasto facendo attenzione che non si formino grumi e che il composto si misceli mantenendosi gonfio mescolando lentamente e con delicatezza dal basso verso l’alto (quindi se siete agitati mettete un attimo da parte il mestolo e rilassatevi! 😀 )
Ora mettete l’impasto in una tortiera rivestita di carta forno e infornate per 15 minuti in forno STATICO a 190ºC per poi proseguire la cottura per altri 15-20 minuti a 160ºC

20121130-161255.jpg
Io per abbellire la torta ho fatto una glassa a base di zucchero a velo (200 gr) e acqua tiepida (3 cucchiai) montata con una frusta e fatta colare sulla torta dove ho rapidamente adagiato delle carotine fatte con della pasta di zucchero.

20121130-161234.jpg
20121130-192102.jpg
Con questa torta partecipo a una gara molto amatoriale tenuta nella mia palestra fatta apposta per mantenere ben pingui i propri clienti 😉 Ringrazio inoltre il blog laricettadellafelicita che mi é stato di grande ispirazione per questa ricettina!

20121130-161226.jpg

20121207-002353.jpg

Advertisements

4 responses to “Big camilla saracena

    • Si e devo dire che anche se non ha vinto era molto buona ed è stata davvero apprezzata da tutti, non sono mancati i complimenti! La dobbiamo rifare al più presto! Poi senza grassi!! 🙂 (comunque grande Tere! Il tuo é il primo commento del mio blog…mi sento onorata!)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s