Biscotti alla semola

Ma quanti grassi cattivi ci sono nei biscotti che troviamo al supermercato!?
Certo che la domenica pomeriggio quando fuori é tutto scuro e vorresti solo ruzzolare sotto le lenzuola, una tazza di cioccolata fumante e dei biscotti frollosi non possono mancare in casa! 😀
E invece sì, niente biscotti, o meglio… le briciole!!
Per curiositá ho girato la scatola e con aria di sfida mi sono detta “guardiamo gli ingredienti e proviamo a rifarli uguali! (Quando guarda caso hai voglia proprio di QUEI biscotti)”.
Naturalmente alle parole “conserv…-correttore di acid…- grassi e oli veg…” mi sono detta che da oggi in poi mi sarei fatta i biscotti da sola! Consolata dal fatto che probabilmente avrei risparmiato anche tantissime calorie mi sono lasciata alle spalle il profumo burroso di quei coockies e mi sono messa all’ opera!!

AMARO – (ricetta per chi non ha paura delle kcal)
Ingredienti:
– 100 gr di farina di semola di grano duro rimacinata
– 200 gr di farina di grano tenero 00
– 50 gr di zucchero di canna finissimo
– 50 gr di olio di semi (io avevo in casa l’olio di semi di soia)
– 1 uovo
– latte scremato quanto basta (sui 30 gr circa ma dipende da quanto vi assorbe la farina. Deve venire un impasto che potete lavorare e stendere sul piano di lavoro)
– 1 cucchiaino di bicarbonato
– 1 pizzichino di sale
– aromi: 2 gocce di vaniglia, 2 gocce di rum, 2 gocce di mandorla (2 gocce è metaforico naturalmente, mi riferisco a 1/4 di boccettina)

Mescolate l’uovo con lo zucchero, aggiungete l’olio, gli aromi e il latte scremato. A parte mescolate le farine con il bicarbonato e il sale (mi raccomando miscelatele bene, non fate finta 😀 come faccio spesso io…). Unite i due composti e lavorateli con le mani per una decina di minuti. Mettete il composto ottenuto avvolto nella plastica trasparente in frigo per un oretta (questo passaggio lo potete anche saltare ma io notai che mi vennero meglio lasciandoli a riposare in frigo piuttosto che facendoli subito).
Accendere il forno a 190º, mi raccomando STATICO.
Stendere la pasta e con un tagliapizza o con delle formine ottenere i biscotti che disporrete sulla teglia rivestita di carta forno.
Fate dei buchini artistici con uno stuzzicadenti se volete (la mia idea era quella di fare dei biscotti che ricordassero i petit).
Mettete in forno per 6/7 minuti a seconda del forno, comunque bene o male lo vedete quando si iniziano a dorare. Tirateli fuori prima che i bordi si scuriscano.
Lasciateli raffreddare e poi … BUON APPETITO!!

Le mie amiche mangiandoli mi hanno detto che avevano il sapore dei Digestive…che soddisfazione! 😀

DOLCE – (ricetta per chi é perennemente a dieta)
Ingredienti:
– 100 gr di farina di semola di grano duro rimacinata
– 150 gr di farina integrale bio
– 100 gr di crusca di avena/grano (io di solito faccio un misto che poi passo al frullatore per sminuzzarla tanto da ottenere una farina)
– 1 uovo
– il solito latte scremato anche qui quanto basta, questa volta abbiamo la crusca che assorbe molto quindi non é nemmeno detto che serva.
– 1 cucchiaino di bicarbonato
– 1 pizzichino di sale
– 30 gr di zucchero di canna finissimi
– 20 gr di olio di semi o di Burro Light (quello della marca Linessa-Lidl o quello della marca Giglio vanno benissimo) ATTENZIONE: SI al burro light; NO alla margarina.
– 15 gocce di Tic (dolcificante liquido che non da retrogusto amaro se portato alle alte temperature e che ormai trovate in tutti i spermercati) che potete sostituire come ho fatto io con la senz’altro più salutare Stevia (dolcificante di origine naturale ottenuto proprio dalle foglie di questa pianta chiamata Stevia). Se usate la Stevia ne dovete usare 16 compresse sciolte nei 30 gr di latte scremato a cui si aggiungono 20 gr di zucchero in più ai 30 gr giá in ricetta.
– aromi: 2 gocce di vaniglia, 2 gocce di rum, 2 gocce di mandorla (solito discorso di sopra…)

Il procedimento é identico a quello usato per la versione AMARA dei biscotti.
Questi vengono più come dei petit/gran cereali e restano un pochino più secchi degli altri visto i pochi grassi che contengono!

Ci metto davvero mezz’ora a cucinarli e me ne vengono sempre 70/80 biscotti che riesco a far durare per tutta la settimana. In questo modo risparmio denaro e salute perchè so quello che ci metto e inoltre, soprattutto la versione DOLCE, é ricca di fibre che di solito non eccedono nella dieta del tipico tram tram quotidiano.

E adesso mi godo la mia bella cioccolata calda con biscotti e chissá che non mi frulli in testa un altra ricettina!!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s